coperitna di L’enigma delle sabbie
Erskine Childers

L’enigma delle sabbie


Taddeo Roccasalda
uscita febbraio 2013
pagine 366
formato brossura – 14 x 21,5
ISBN 9788897012443


prezzo € 17.50

Ordine L'enigma delle sabbie

«Ho riletto L’enigma delle sabbie per l’ennesima volta, benché lo sapessi praticamente a memoria.
 È un libro straordinario. Dopo tutto uno dei motivi per cui ho scritto il mio romanzo era che avrei voluto leggerne un altro di Childers». Björn Larsson

Prefazione di Rock Reynolds

A bordo di una barca a vela, il Dulcibella, Davies e Carruthers navigano nel Mare del Nord, intorno alle isole Frisone, a caccia di anatre, ma la crociera in realtà nasconde altri misteri e si rivela più emozionante e rischiosa del previsto: tra nebbie e tempeste che mettono a dura prova l’imbarcazione, i due amici si convincono con il passare dei giorni di essere involontariamente entrati in un ingranaggio più grande di loro. Per riuscire a sventare il piano che mette a repentaglio la sicurezza dell’Inghilterra sono disposti ad affrontare qualsiasi pericolo, anche a costo della vita. L’enigma delle sabbie, com’era nelle intenzioni di Childers, contribuì tra l’altro a mutare la strategia della Marina Inglese, focalizzandone l’attenzione dal Mediterraneo al Mare del Nord per controbattere le mire espansionistiche tedesche. Oltre a Björn Larsson, anche Ian Fleming, John le Carré e molti altri ammetteranno di avervi trovato preziosa ispirazione.

Robert Erskine Childers (Londra, 1870 – Dublino, 1922)

Di padre inglese e madre irlandese, nella sua breve vita dominata dalla passione politica Childers attirò su di sé le opinioni più contrastanti. Fu di volta in volta odiato e ammirato, accusato di spionaggio oppure ricordato come patriota della causa irlandese. Ufficiale dell’aeronautica inglese nella prima guerra mondiale e decorato con medaglia al valor militare, già allo scoppiare del conflitto a bordo del suo yacht, il celebre Asgard, sbarcava sulle coste vicino a Dublino un carico di armi. La sanguinosa repressione della rivolta di Pasqua da parte delle autorità britanniche (1916) convinse definitivamente Childers della necessità di schierarsi. Dal 1919 divenne cittadino irlandese, lottando attivamente per l’indipendenza della sua nuova patria. Ma l’ambiguità della sua doppia discendenza anglo-irlandese lo rese impopolare su entrambi i fronti. Arrestato dalle autorità del Libero Stato d’Irlanda subì un processo sommario, e venne fucilato nel novembre 1922. «Venite più vicino, ragazzi, così per voi sarà più facile»: queste – così ci sono state tramandate – le parole che rivolse ai soldati del plotone di esecuzione, ai quali volle stringere la mano prima che facessero fuoco.

Ordine L'enigma delle sabbie

...