coperitna di Vernissage della mostra The BEST(iarium)

Domenica 17 gennaio 2016, dalle ore 17.00 si terrà la vernice dell’esposizione collettiva parte integrante del progetto “The BEST(iarium) – Piccolo Manuale di Zoologia Fantastica” presso la sala Balena del Museo Civico di Zoologia di Roma.

Invito - locandina The BESTiarium Roma

30+1 bambini, hanno dato vita a 30+1 nuovi animali fantastici, disegnando

ne le nuove sembianze su carta attraverso il gioco surrealista del cada

vre exquis guidati dall’ideatore del progetto, l’artista romano omino71, con la collaborazione delle due associazioni “Tempodieventi.com” e “Punto Scuola”.
Durante i tre laboratori effettuati ad Ostia e Testaccio nei mesi di maggio e giugno 2015, l’artista ha attivato una condivisione aperta tra i piccoli autori che hanno appreso le caratteristiche degli animali mitologici descritti da Jorge Luis Borges nel suo “Manual de Zoologia Fantastica” del 1957, per poi inventare nuove creature fantastiche, ognuna disegnata da tre bambini, battezzata da un quarto e colorata da un quinto piccolo autore. Ogni nuovo animale, quindi, è il frutto di una collaborazione di 10 piccole mani e non solo…

Un vero e proprio bestiario sarà allestito con 62 opere presso il Museo di Zoologia a cura di Mirko Pierri, curatore di a.DNA project. I 30+1 lavori dei partecipanti ai laboratori infatti, sono stati inviati ad altrettanti artisti internazionali, italiani e stranieri, per essere reinterpretati. Queste 31 nuove opere affiancheranno quelle dei bambini

sia nell’esposizione collettiva che nel libro-catalogo “Piccolo Manuale di Zoologia Fantastica” appositamente ideato per il progetto, scritto dall’autore Stefano Cristi e distribuito da Lantana Editore; il manuale verrà presentato per la prima volta durante l’evento di apertura del 17 gennaio in presenza dei piccoli e grandi autori di tutte le opere realizzate.

Una storia da ridere

In questo documentario la vita del regista si intreccia e si confonde con quella dei suoi personaggi e dei loro interpreti. Dal racconto emerge il ritratto di un’Italia in cammino che, anche sotto il dominio e l’influenza di regimi politici e culturali, rimane fedele al suo spirito più autentico grazie anche a personalità «eretiche» come quella di Monicelli. La sua grandissima popolarità scaturisce infatti da un punto di vista antieroico e antiretorico: è attraverso la commedia che si svelano i grandi meccanismi della storia. (altro…)

Esaurito

Lascia un commento